Impepata di cozze (‘mpepata e cozz)

L’impepata di cozze è un grande classico della cucina partenopea (a ‘mpepata e cozz). Viene consumato spesso come antipasto, ma anche come “sfizioseria” da gustare a fine pasto. La ricetta è semplicissima, basterà lasciar aprire le cozze in una padella ampia, una manciata di pepe e prezzemolo fresco e il gioco è fatto! Un piatto semplice ed economico per portare in tavola tutto il gusto e l’odore del mare. Scopri la mia ricetta.

Dosi4 persone
Costoundefinedundefinedundefinedundefinedundefined
Difficoltàundefinedundefinedundefinedundefinedundefined

Ingredienti:

  • 1,5 kg di cozze
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio EVO q.b.
  • Pepe q.b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco (opzionale)
  • Prezzemolo q.b. (opzionale)

Come riconoscere delle buone cozze?
Le cozze sono molluschi che si trovano principalmente nel mar Mediterraneo e Adriatico. Si trovano in pescheria tutto l’anno, ma il periodo migliore per gustarle è quello che va da maggio ad agosto.
Le cozze migliori sono quelle che si trovano sigillate in una rete e sono dotate di un’etichetta che indica la provenienza e la data di confezionamento.
Delle buone cozze devono avere il guscio brillante ed essere ben chiuse, i gusci aperti o rotti infatti vanno scartati, poiché il mollusco al loro interno è morto, quindi non risulterà piacevole al gusto.

Fatta questa premessa, vediamo come pulire le cozze e preparare la nostra impepata.

Un’accurata pulizia è fondamentale prima di procedere alla preparazione.
Per prima cosa occorre verificare che tutte le cozze siano chiuse, scartate quelle rotte o aperte.
Eliminate da ogni cozza il bisso, ovvero quella sorta di steppa marroncina, tirandola via con le mani.
Dopo questa operazione, aiutandovi con un coltello, eliminate tutte le impurità e le incrostazioni presenti in superficie (come quelle escrescenze bianche o marroni).
Infine, per avere delle cozze quanto più pulite possibile, l’ultima fase è di lucidare e togliere le impurità rimaste con una paglietta in fili d’acciaio (la classica retina per i piatti) pulita.

Una volta private le cozze di tutte le impurità, non vi resta che sciacquarle bene sotto acqua corrente, per eliminare eventuali residui di sporco.

Ultimata la fase di pulizia, passiamo alla cottura.
In una padella ampia, meglio se dai bordi alti, versate un filo d’olio e lo spicchio l’aglio, fate scaldare a fiamma bassa e quando l’aglio sarà dorato, unite le cozze.

Aggiungete anche il prezzemolo tritato, il pepe e, se vi piace, anche il vino bianco (non è necessario, ma rende le cozze più gustose). Coprite con il coperchio e lasciate cuocere per 8/10 minuti, smuovendo le cozze di tanto in tanto.

L’impepata di cozze rilascerà tanto sughetto (a mio parere è la parte più buona!), quest’ultimo va filtrato con un colino e servito insieme alle cozze.

Servite la vostra impepata di cozze ben calda, accompagnandola con delle fettine di limone e delle fette di pane croccante o crostini.

L’impepata di cozze si conserva in frigo per circa 3 giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: